Agricoltura


Attrova 'na parola: schivila 'cca sutta e ammacca u buttuni

Zappuni arrugginutu, patruni lagnusu
(Zappa arrugginita, padrone pigro) 

 

Pi Santa Caterina, pigghia a bettula e simina d'i coddi finu a marina
(Per Santa Caterina prendi la bisaccia e semina dalle colline fino al mare)

 

Annata ricca, massaru cuntentu
(Annata ricca, contadino contento)

 

Arvulu c'un fa frutta tagghialu ri sutta
(Albero che non fa frutta taglialo completamente)

 

Arvulu curtu tuttu fruttu, arvulu longu tagghialu ri peri
(Albero corto tutto frutto, albero lungo taglialo completamente)

 

Asinu puta e vigna fa racina
(Qualcuno pota e la vigna fa l'uva)

 

A vigna, cu bona a zappa, bona a vinnigna
(Chi zappa bene la vigna ne ricever i frutti migliori)

 

A vigna 'mmezzu a ramigna fa u vinu bonu
(La vigna buona, anche se in mezzo alla gramigna, fa sempre vino buono)

 

A vigna vecchia fa u vinu bonu
(La vigna vecchia fa il vino buono, come gallina vecchia fa buon brodo)

 

Casa quantu sta e tirrenu quantu viri
(Casa piccolina ma terreno fin quando lo vedi)

 

Cu boni tirreni simina, boni santi adura
(Chi semina buoni terreni adora buoni santi)

 

Cu simina alla vigna, n meti n vinnigna
(Chi semina alla vigna, n miete, n vendemmia)

 

Cu zappa currennu arricogghi chiancennu
(Chi zappa correndo raccoglie piangendo, come la gatta frettolosa fa i gattini ciechi)

 

Innaru siccu burgisi riccu, innaru vagnatu burgisi cunsumatu
(Gennaio secco borghese ricco, gennaio bagnato borghese rovinato)

 

L'olivu binirittu e adduma virdi e siccu
(L'olivo benedetto e accende verde e secco)

 

"Misericordia di Dio" dissiru l'ariddi quannu i viddani addumaru i ristucci
 ("Misericordia di Dio" dissero i grilli quando i contadini diedero fuoco a ci che resta dopo la mietitura)

 

Soccu si simina s'arricogghi
(Si raccoglie ci che si semina)

 

Quannu u sceccu parla latinu signali di malannata
(Quando l'asino parla latino segnale di una brutta annata)

 

U prummintiu raru quannu sbaglia, u tardiu raru quannu 'nzerta
( raro che le primizie non siano buone, raro quando gli ultimi frutti sono buoni)

 

Viri moddu e zappa funnutu
(Vede molle e zappa a fondo)

 

Zappari a vigna vecchia tempu persu
(Zappare la vigna vecchia tempo perso)

 

Zappuni di fimmina e sorcu di vacca, amara 'dda terra chi c'incappa
(Zappa di donna e solco di mucca, amara quella terra che ci casca)

 

P'a 'Mmaculata l'agghia nata, s'unn' nata siminata
(Per l'Immacolata l'aglio gi spuntato, se non lo almeno seminato)

 

Travagghia cucummara pi chiddu chi sta all'ummira
(Coltiva cocomeri per quello che sta all'ombra, si dice quando qualcuno ti chiede qualcosa di faticoso della quale beneficer solo lui)

 

Quannu chiovi un sicca nenti
(Quando piove non secca nessuna pianta)

 

U tirrenu si misura a palmi
(Il terreno si misura a palmi, detto per una cosa non pu che essere cos com')

 

Zappa all'acqua e simina o ventu
(Zappa con la pioggia e semina con il vento. Fare un lavoro inutile)

 

Cu avi 'na bona vigna, avi pani, vinu e ligna. Cu avi 'na tinta vigna avi 'na coppola di tigna
(Chi possiede una buona vigna ottiene soldi dalla vendita del prodotto, vino, e legna dalla potatura. Chi ha una cattiva vigna non gli rimane che grattarsi la pelata)

 

Pi Santu Nicola favari fora
(Nel periodo intorno al 6 dicembre San Nicola, nelle campagne, solitamente, si nota la fuoriuscita di acqua sorgiva dovuta alle precipitazioni autunnali)

 

Testi di viddani e cucuzzi longhi un si ponnu giustari

(Teste di contadino e zucchine lunghe non si possono aggiustare)