Articoli

Aggiornamenti 3 maggio 2020

La quarantena imposta dalla situazione sanitaria dovuta al Coronavirus non ha fermato l’attività di Salviamo il Siciliano.

Nel corso dei mesi infatti gli aggiornamenti ai contenuti del sito sono stati continui. Questi ultimi mesi hanno portato in dote contributi dal Canada e da Sciacca, Pisa, Palermo, Siracusa, Bibione, Palazzolo Acreide, Trapani, Catania, Messina, Castel di Iudica e Randazzo.

Nello specifico, dall’ultima newsletter sono stati aggiunti alle pagine del sito:

– 52 parole, tra cui burgiu, spinseli, ‘nghirriusu, facciparia, accutturari e fidduliari;

– 5 proverbi;

– 6 modi di dire;

– 3 filastrocche;

– 4 poesie;

– Alcuni toponimi.

Un problema tecnico ha cancellato una serie di toponimi in lingua siciliana nella mappa: per questo, come già fatto sui canali social di Salviamo il Siciliano, chiediamo nuovamente il vostro aiuto: segnalateci il nome del vostro paese di origine e dei paesi limitrofi in lingua originale! Controllate nella mappa nella sezione Toponimi se è già presente o se manca!

È stato invece risolto il problema che impediva un corretto uso del form di contatto per la segnalazione dei contributi.

I prossimi aggiornamenti del sito, oltre che ovviamente all’arricchimento del dizionario e delle altre sezioni, sarà dedicato all’inserimento di nuove commedie in lingua siciliana.

Un caro saluto a tutti!

Salutamu!

Salviamo il Siciliano

Buon compleanno, Salviamo il Siciliano!

Era il 31 agosto 2001.

Le Torri Gemelle di New York erano ancora in piedi, purtroppo ancora per pochi giorni.

Dalla necessità e dall’esigenza di preservare bellissime parole e fantastici proverbi originali in lingua siciliana, fu pubblicato per la prima volta il sito web di Salviamo il Siciliano.

Grazie all’aiuto in primis di genitori, nonni, zii, fratelli, sorelle, cugini, compagni di scuola, colleghi di lavoro, tifosi sportivi, gente comune e poi dei tanti amici che hanno inviato in tutti questi anni i loro contributi alla nostra nobile causa da tutto il mondo, è stato possibile realizzare questo progetto.

18 anni spesi senza sosta per conservare nel miglior modo possibile la nostra lingua siciliana, una lingua ricchissima e forgiata da secoli di influenze variegate che vive ancora nei pensieri, nelle parole e nel modo di vivere dei siciliani, in Sicilia e in tutto il mondo.

In questi anni, l’aspetto grafico del sito è stato via via migliorato, sono state aggiunte diverse sezioni, abbiamo interagito con siciliani che vivono in tutto il mondo, anche Stati Uniti d’America, Canada e Australia, abbiamo creato la nostra pagina Facebook, molto seguita, e inaugurato da poco anche il nostro account Instagram. Il tutto sempre senza la pretesa di essere i depositari della lingua siciliana ma con l’intento di dare il nostro piccolo contributo alla salvaguardia della lingua, attivando anche collaborazioni con enti e semplici appassionati.

Oltre ovviamente a tutti coloro che hanno contribuito da tutte le parti del mondo, cogliamo l’occasione per ringraziare pubblicamente Mario Rosati che con le sue idee e la sua abilità grafica ha reso il nostro sito più fruibile, efficace e bello da vedere.

Ad oggi, 31 agosto 2019, diciottesimo compleanno di Salviamo il Siciliano, il contatore segna 228747 visite e 315280 pagine viste. 18 anni fa non avremmo pensato ad un tale successo e questo ci dà lo slancio per continuare sulla nostra strada.

Grazie a tutti!

Salutamu!

31/08/2019

Redazione di Salviamo il Siciliano

Aggiornamenti 18 agosto 2019

Tornano gli aggiornamenti al nostro sito, ecco la lista delle modifiche pubblicate oggi, 18 agosto 2019:

  • Aggiunte 36 parole, tra cui muschittera, feu, camella, rizzagghiu, mavara scaccaniari
  • Aggiunto 1 proverbio, sezione saggezza, per questo ringraziamo Francesco A. da Trapani
  • Aggiunti 4 indovinelli, per questo ringraziamo Grazia B. da Treviso
  • Aggiunta 1 filastrocca, per questo ringraziamo Giuseppe S. da Palermo
  • Aggiunta 1 parola all’angolo volgare
  • Contributi sono giunti da Sciacca (AG), Palermo, Trappeto (PA), Marsala (TP), Longi (ME), Treviso e Trapani. Grazie!